Regolamento Up & Down


Up & down”: approccio e one putt.

La percentuale di “up & down” è un indice molto importante perché riassume l'abilità personale nel gioco corto.

Considerato che più della metà dei colpi tirati in un giro viene effettuata entro gli 80 metri dalla buca, a prescindere dalla bravura del giocatore, chiunque voglia abbassare il proprio handicap e ottenere buoni piazzamenti in gara dovrà necessariamente prestare molta attenzione a questo indice e cercare di migliorare il proprio gioco negli approcci e nei putts.

Da quest’anno, al giocatore con la media più alta di “up & down” conseguita nelle gare di squadra al termine della regular season (considerando i 4 migliori risultati su almeno altrettante gare disputate), verrà assegnato il premio “Miglior UP & DOWN”.

Il giocatore che si aggiudica questo ambito premio, acquisisce di diritto il posto nella squadra che giocherà i playoff.

Inoltre, vince un buono da 100 € da spendere al Proshop di Grado.

Il conteggio del numero di “up & down” è una propria responsabilità e deve essere comunicato entro il giorno seguente la gara al capitano il quale lo certifica pubblicandolo sul foglio di calcolo riepilogativo delle statistiche di squadra.

Non saranno presi in considerazione conteggi comunicati con ritardo o richieste di variazioni relative a gare già passate.

A tal fine, per fare chiarezza e rendere univoco e insindacabile il metodo per il calcolo del numero di "up & down", vengono riportate le seguenti precisazioni:

E’ considerato “up & down”:

  • Approccio da fuori green (indifferente se tirato da fairway, bunker, rough o aree di penalità, ecc.) e 1 putt imbucato, con buca chiusa in PAR (o birdie).
  • In caso di bogey o doppio bogey, si considera comunque valido l'"up & down" a condizione che vengano totalizzati almeno 2 punti netti stableford.

Esempio: Giocatore con hcp 36, cioè 2 colpi a buca. Alla buca 2 di Grado, par 5, arriva col 5° colpo davanti al bunker di sinistra. Approccia il 6° in green e imbuca col putter chiudendo in 7 colpi. Alla fine della buca ottiene 2 punti stableford e 1 “up & down”.


Non è considerato “up & down”:

  • Hole in 1.
  • Eagle imbucato da 168 mt alla buca 6 di Grado col legno 3.
  • Approccio e 2 putts (o più).
  • Buca chiusa in bogey con approccio e 1 putt imbucato, ma nessun punto stableford ottenuto (pari a “X” segnato sullo score) oppure 1 solo punto stableford.

Il colpo col putter valido per l’”up & down” si conta solo quando è effettuato da dentro al green.

Il collar, la parte intorno al putting green con un taglio di erba solitamente a metà fra il fairway e il putting green, è da considerarsi fairway e non green.

Se il colpo col putter viene effettuato dal collar (o anche da fuori green) non conta come putt bensì viene considerato come se avessi usato un qualsiasi altro bastone.

Concludendo, per semplificare ulteriormente:

faccio “up & down” quando, con "approccio e one-putt", chiudo la buca in par o birdie, oppure quando chiudo la buca in bogey (o doppio bogey) ma con almeno 2 punti stableford totalizzati.